April 10, 2018

Sicurezza sul lavoro e prevenzione Agevolazioni INAIL a fondo perduto

Con il nuovo bando Isi dall’Inail più di 249 milioni di euro per la prevenzione nelle aziende. La prima fase si concluderà alle ore 18 del 31 maggio 2018.

Come per i bandi precedenti, la procedura di presentazione delle domande di accesso agli incentivi avverrà in modalità telematica. A partire dal 19 aprile le aziende interessate avranno tempo fino alle ore 18 del 31 maggio 2018 per inserire e salvare la propria domanda attraverso la sezione “accedi ai servizi online” del sito Inail, dove sarà possibile anche effettuare simulazioni relative al progetto da presentare e verificare il raggiungimento della soglia di ammissibilità. Per accedere alla sezione l’impresa deve essere in possesso delle credenziali di accesso ai servizi online, che possono essere ottenute effettuando la registrazione sul portale dell’Istituto almeno due giorni lavorativi prima della chiusura della procedura informatica per la compilazione della domanda.

A fondo perduto fino al 65% o 130.000,00 Euro

April 02, 2018

Privacy Regolamento UE 2016/679 e introduzione del GDPR

Il Regolamento UE entra in vigore dal 25 maggio 2018

Il Consiglio dei Ministri dello scorso 21 marzo ha approvato, in esame preliminare, uno schema di decreto legislativo che, in attuazione dell'art.13 della legge delega europea 2016-2017 (legge 25 ottobre 2017, n. 163 ed entrata in vigore il successivo 21 novembre) introduce disposizioni per l'adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del Regolamento europeo Ue 679/2016 noto come GDPR (Generai Data Protection Regulation) - relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento e alla libera circolazione dei dati personali.

 

Più nello specifico, secondo il dettato dell'art 13 nell'esercizio della delega il Governo è tenuto a:

  • abrogare espressamente le disposizioni del codice in materia di trattamento dei dati personali, di cui al decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196, incompatibili con le disposizioni contenute nel regolamento (UE) 2016/679;

  • modificare il codice 196/2003 limitatamente a quanto necessario per dare attuazione alle disposizioni non direttamente applicabili contenute nel regolamento (UE) 2016/679;

  • coordinare le disposizioni vigenti in materia di protezione dei dati personali con le disposizioni recate dal  regolamento (UE) 2016/679;

  • prevedere, ove opportuno, il ricorso a specifici provvedimenti attuativi ed integrativi adottati dal Garante nell'ambito e per le finalità  previsti dal regolamento (UE) 2016/679;

  • adeguare, nell'ambito delle modifiche al codice di cui al decreto legislativo 196/2003, il sistema sanzionatorio penale e amministrativo vigente alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 con previsione di sanzioni penali e amministrative efficaci, dissuasive e proporzionate alla gravità della violazione delle disposizioni stesse.

 

Il decreto doveva essere adottato entro sei mesi dalla data di entrata in vigore della legge delega avvenuta il 21 novembre 2017, acquisiti i pareri delle competenti Commissioni parlamentari e del Garante per la protezione dei dati personali. Allo stato attuale, pertanto, lo schema di decreto delegato dovrà essere inviato alle Commissioni parlamentari _ appena saranno costituite _ ed al Garante per acquisire i previsti pareri. Dopo di che il Governo potrà procedere alla definitiva approvazione rispettando così i termini della delega e assicurando che anche l'Italia sia pienamente aderente con la sua legislazione interna al GDPR.

 

Stante quanto sopra, a far data dal 25 maggio 2018 _ data di entrata in vigore del Regolamento UE _ la nuova disciplina in materia sarà rappresentata principalmente dalle disposizioni del suddetto Regolamento Europeo immediatamente applicabili e da quelle recate dallo schema di decreto in esame volte ad armonizzare l'ordinamento interno al nuovo quadro normativo europeo.

Per le piccole e medie imprese segnaliamo novità importanti come l'abolizione dell'obbligo di notifica alle autorità di vigilanza. La figura del responsabile della protezione dati sarà facoltativa per le piccole-medio imprese così come lo sarà la valutazione dell'impatto, a meno che non sia presente un rischio particolarmente elevato. Acai tornerà su queste tematiche con successive informative anche alla luce dei prossimi sviluppi normativi.

 

Sul sito del Garante per la protezione dei dati personali (www.garanteprivacy.it) sono disponibili le pagine informative predisposte dall'Autorità che illustrano l'iter del nuovo Regolamento.

March 25, 2020

Acai si impegna per la difesa della foresta amazzonica

Fa la cosa giusta

Alla quindicesima edizione della Fiera nazionale del consumo critico "Fa la cosa giusta”, che si é tenuta dal 23 al 25 marzo presso i padiglioni di "Fieramilanocity", Acai ha partecipato al dibattito organizzato dalla Cooperativa dell'Acre Su Chico Mendes per annunciare un progetto dedicato a "promuovere un forte scambio commerciale tra le nostre imprese e le imprese e le cooperative dell'Acre per portare sul mercato europeo i prodotti della foresta amazzonica, raccolti...

March 04, 2018

MUD

12:00

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale da presentare ENTRO IL 30 APRILE DI OGNI ANNO, è disponibile per la compilazione in formato pdf. Scarica da qui il modello, compilalo e invialo in allegato per e-mail al seguente indirizzo: info@acaimi.it

Scarica la circolare 

Please reload

2018 Acaimilano.it

  • Facebook Social Icon
  • YouTube Social  Icon
  • 2000px-Rss-feed.svg